Followers

Click to view my photography blog

Click to view my photography blog
Cliccare per vedere il mio blog di fotografia

IMPORTANT ---- DOWNLOADS

To download my FREE printables from 4 Shared you must either have a 4Shared account or register on the site (this is free) . This is the only way you can download my freebies saved in 4 Shared.


Per scaricare GRATIS i miei progetti salvati su 4Shared dovete avere un account con 4 Shared o registrare sul sito,( questo si fa gratis) . Questo è l'unico modo per scaricare i miei Freebies.

Monday, 22 March 2010

HOT CROSS BUNS


Hot cross buns! Hot cross buns!
One a penny two a penny - Hot cross buns
If you have no daughters, give them to your sons
One a penny two a penny - Hot cross buns


So goes a nursery rhyme inspired by cries of “Hot Cross Buns!” of English street vendors
when selling their wares.

*Filastrocca Inglese*

Easter is close and very soon we will be preparing those traditional sweets and cakes that accompany this Holy Day.
I miss the many traditional sweets and cakes that made part of my past Easters during my childhood days in Malta. The traditional Easter cakes and Easter eggs here in Italy are delicous but I miss those nice fragrant Hot Cross Buns which my mum would buy for us on Good Friday. These are current buns which are marked with a white cross on top (representing the cross on which Jesus died).
Hot Cross Buns have a mixed history. Some say they were spiced buns eaten at pagan spring festivals and later given the cross by monks wanting to give Christian meaning to the tradition.
There is also a sad story linked to these buns... that of an English widow, who's son went off to sea.
He was due to return home on Good Friday and asked his mother to bake some hot cross buns for him... this she did, but he never came back home.
She continued to bake a hot cross bun for him each year and hung it in the bakery window in good faith that he would some day return to her. The English people kept the tradition for her even after she passed away.
In the 1840's a pub was built where the widow's cottage used to stand and it was decided to name it
"The Widow's Son" so that he could recognise it if he ever came back.
Every year on Good Friday a ceremony takes place in this pub in memory of this widow and her son ... a Hot Cross Bun is baked specially and a sailor of the Royal Navy is invited to place it in a net above the bar where buns from previous years are kept.
For the recipe click on the words in orange.

Superstitions about hot cross buns:
One superstition says that buns baked and served on Good Friday will not stale or become mouldy during the subsequent year.
Another superstition says buns should be kept for medicinal purposes, a piece given to someone who is ill will help him to recover.

Pasqua è vicina e molto presto prepareremo i dolci tradizionali che accompagnano questo giorno santo.
Mi mancano i dolci tradizionali che hanno fatto parte delle Pasque passate della mia infanzia a Malta. I dolci tradizionali di Pasqua e le uova di Pasqua qui in Italia sono deliziosi, ma mi mancano gli Hot Cross Buns che mia mamma ci faceva trovare a colazione il mattino del Venerdì Santo. Si tratta di panini dolci che sono contrassegnati con una croce bianca sulla parte superiore (che rappresenta la croce sulla quale Gesù è morto).
Le
origini di questi panini sono pagani. Alcuni dicono che si consumavano in feste primaverili pagane ma poi è stata aggiunta la croce per dare un senso cristiano alla tradizione.
Vi è anche una triste storia legata a questi panini ... quella di una vedova inglese, il cui figlio andò per mare.
Dovendo tornare a casa il Venerdì Santo chiese a sua madre di preparare alcuni hot cross buns per lui ... e lei così fece, ma lui non tornò più a casa.
Ogni anno la donna preparava un hot cross bun per lui, e lo appendeva alla finestra, nella speranza che un giorno sarebbe tornato da lei. Il popolo inglese continuò a mantenere la tradizione per lei anche dopo la sua morte.
Nel 1840 fu costruito un pub dove prima c'era la casa di questa vedova e si è decise di chiamarlo
"Figlio della vedova" .
Ogni anno, immancabilmente, si svolge una cerimonia in questo pub, il Venerdi Santo, in memoria di questa vedova e di suo figlio ... un Hot Cross Bun è cotto appositamente e un marinaio della Royal Navy è invitato a inserirlo in una rete al di sopra del bar, dove hot cross buns degli anni precedenti sono conservati.

Per la ricetta basta cliccare sulle parole in arancione.

Superstizioni sugli Hot Cross Buns:
Una superstizione dice che gli hot cross buns cotti e serviti il Venerdì Santo non ammufiscono nel corso dell'anno successivo.
Un'altra superstizione dice che devono essere conservati per scopi medicinali, un pezzo di questo panino dato ad un ammalato lo aiuterà a guarire.


The net hanging from the pub's ceiling containing the buns from previous years.
You can see some sailors' hats on the shelf in the background.
La rete appesa al soffito del pub con i hot cross buns degli anni precedenti.


This is an old picture of the pub.
Una vecchia foto del pub.


The Pub today.
Il pub oggi.

10 comments:

vanda said...

Mi piacciono le antiche tradizioni la ricetta non la conosci????

baci Vanda

Loree said...

Interesting information. I had not heard the story of the widow and her son.

Leola - Southshoreartist said...

What an interesting write up Sue. Astonishing that the pub actually hangs up the buns for a year! Hot cross buns are one of my favourite things at Easter. Takes me back to Easters whe I was young....thank you for sharing!

Crafty Sue said...

@ Wanda
Wanda se vuoi la ricetta basta cliccare sulle parole Hot Cross Bun che trovi in arancione nel post... si aprirà un sito con la ricetta.
Ecco il link:
http://www.buttalapasta.it/articolo/menu-pranzo-pasqua-gli-hot-cross-buns-dalla-gran-bretagna/6786/

Ciao,
Sue.

Penny di "Il mondo in due Penny" said...

Ciao, siamo passate da queste parti per invitarti ad un candyblog che abbiamo indetto per festeggiare il nostro primo compleanno su blogspot e per invitarti a ritirare un premio che ti abbiamo assegnato. Ti aspettiamo....

Cinzia said...

Ciao Sue, Giada ti ringrazia per gli auguri!
A casa sono senza adsl, quindi un pò di pazienza, poi tornerò a trovarti come sempre!
Cinzia

Penny di "Il mondo in due Penny" said...

grazie di partecipare al nostro candyblog.... che altro possiamo aggiungere.... buona fortuna! ;)

Zen said...

Oh yummy!! Hot cross buns are so good!!! One day I'll have to try my hands at making them.

Doreen said...

What an absolutely interesting post sis, I loved looking at the pictures too. Hot Cross buns...YUM! Yes, what sweet memories of our childhood!
Hugs,
Doreen

Amber said...

Very interesting!! Those buns sure do look yummy!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails